top of page
  • Admin

2° Evento del Progetto "4IncludE - For an Inclusive and Democratic Europe" - 7 Dicembre 2022 - Malta

Mercoledì 7 dicembre 2022 si è svolto tramite la piattaforma Zoom il secondo evento internazionale del progetto ‘4IncludE an inclusive and Democratic Europe- ‘ a Migrant’s Odyssey: journey, Justice and journalism’ cofinanziato dall’Unione Europea all’interno del programma CERV.


Il progetto ha come scopo la creazione di una rete di inclusività fra diversi territori, mettendo in risalto esperienze di integrazione e inclusione sociale di cittadini stranieri e portando allo scambio di buone pratiche territoriali. Inoltre, ha avuto una finalità di confronto su inclusione e integrazione sociale di cittadini stranieri. In particolare, si è parlato della condizione di immigrati e rifugiati sul territorio maltese.


L’oggetto principale è stata la gestione dell’integrazione degli immigrati extracomunitari in Europa, facendo appunto particolare riferimento alla situazione maltese dove si sono verificate innumerevoli violazioni dei diritti umani. L’evento ha riscosso un grande successo con ben 185 registrazioni e 150 partecipanti con una durata media di ascolto di 120 minuti da parte della maggior parte degli ascoltatori che si sono scambiati opinioni su quali potrebbero essere le strategie per uscire da tale situazione e il ruolo dell’Unione Europea in tale contesto. I partecipanti si sono collegati da ben sei paesi diversi: Spagna, Italia, Lituania, Grecia, Svezia, Malta. In particolare, è stata discussa la condizione di immigrati e rifugiati a Malta. È stata affrontata la percezione diffidente di accoglienza che queste persone hanno avuto da parte dei cittadini maltesi. Il dibattito della sensibilizzazione verso l’accoglienza è stato molto sentito affinché si possa riuscire a comprendere gli atteggiamenti della società locale nei confronti degli stranieri e cercare di migliorare la percezione nei loro confronti. È stato fatto presente che alcune delle operazioni di salvataggio davanti alle coste maltesi possano alimentare il traffico di esseri umani, portando sul territorio situazioni che non tutelano la dignità e la vita di questi esseri umani. L’operato delle organizzazioni che lavorano in missioni di salvataggio nel Mediterraneo è quello di poter garantire il riconoscimento e la protezione dei diritti umani nell’isola.


L’obbiettivo del progetto, proporre soluzioni per incoraggiare i cittadini ad avere un senso di accoglienza e solidarietà verso persone che scappano da contesti dove non vengono rispettate le condizioni minime di sopravvivenza.


All’evento online seguirà un incontro in presenza organizzato dal partner maltese FTZ con gli studenti delle scuole superiori della Saint Aloysius College il 18 Dicembre 2022.


Aggiornamenti, foto e video circa le attività del progetto saranno disponibili sui nostri canali social.


Facebook: DICAOnlus; Twitter: @dicaonlus Instragram: DICA Onlus

1 visualizzazione0 commenti

Comments


bottom of page