EU-FIN, EUROPEAN UNION FISHING NETWORK

L’associazione DICA è lieta di presentarvi il progetto EU-FIN (European Union FIshing Network): il progetto si inserisce nel programma comunitario EUROPE FOR CITIZEN, strand 2, Democratic Engagement and Civic Participation.


Scopo principale del progetto è la creazione di una rete internazionale che riunisca vari comuni appartenenti a diverse nazioni europee, accomunate da una consolidata e fiorente tradizione nell’ambito della pesca. Il progetto prevede l’organizzazione di  4 eventi (Ravenna, Siracusa, Espinho, Denia) durante i quali i vari delegati potranno confrontarsi sulle principali tematiche del settore, ad esempio l’importanza della tradizione della pesca nei vari paesi, anche in correlazione allo sviluppo sostenibile e all’integrazione sociale, legislazione e direttive europee e nazionali, scambio di buone pratiche, analisi dei costi politici ed economici della non integrazione e non armonizzazione nel contesto europeo.                                                                                           Altri risultati attesi sono accrescere la conoscenza del programma Europe for Citizens e disseminare i risultati raggiunti durante gli incontri a un pubblico più vasto, per aumentare la consapevolezza dell’importanza di una politica condivisa sulla pesca e della sua tradizione.


Capofila del progetto è l’Istituto Sperimentale Zoo-Profilattico della Sicilia, i partners sono 19 soggetti fra comuni e associazioni europee, appartenenti a 10 nazioni diverse della UE.


 


L’associazione DICA onlus è stata incaricata della gestione e comunicazione dei 4 eventi previsti.


Di seguito una breve descrizione dei quattro eventi svolti e dei risultati raggiunti.


Il primo evento ha avuto luogo a Ravenna in Italia dal 9 all’11 Febbraio 2015. La conferenza “Sustainable Fishing – Problems and Common Perspectives”svoltasi presso il Museo Natura di Sant’Alberto si è articolato in tre sessioni. La prima ha visto la presentazione del programma che ha permesso la realizzazione di questo progetto ed ha consentito ai partecipanti di conoscere meglio il territorio ravennate e all’illustrazione del Museo Natura, una delle eccellenze della Regione Emilia Romagna che ha accolto EUFIN ed i suoi delegati per questo primo evento del progetto. La sessione successiva – tecnico scientifica – ha focalizzato la propria attenzione sulla situazione della pesca nel Mar Mediterraneo, mettendone in risalto le problematiche e le prospettive future, la sostenibilità economica ed ambientale, la sicurezza e la salute per i consumatori, le strategie di marketing per la commercializzazione dei prodotti ittici. In occasione della conferenza, si sono tenuti anche i laboratori didattici con 55 studenti e 6 insegnanti della scuola secondaria di I° grado “Enrico Mattei” di Marina di Ravenna. Gli studenti hanno potuto approfondire la conoscenza di alcune specie ittiche territoriali. Questa attività ha permesso di avvicinare i giovani al settore della pesca e ai suoi prodotti ed è solo grazie alla conoscenza che si può incrementare il consumo dei prodotti ittici, le cui proprietà sono indiscutibilmente benefiche per i consumatori.


Il secondo evento del progetto ha avuto luogo a Denia in Spagna dal 6 all’ 8 Maggio 2015. La conferenza “Innovation and Sustainability in Marine Environment and Traditional Fishing” si è tenuta presso il Castello di Denia. La sessione tecnico scientifica ha focalizzato l’attenzione sulla sostenibilità nell'ambiente marino in relazione alla pesca tradizionale e all'innovazione delle sue tecniche. Grazie agli interventi dei veterinari italiani, delle rappresentanti di Greenpeace della città di Madrid, del Direttore del Dipartimento di Ricerca dell’Oceanografic di Valencia, dei Professori dell’Università di Alicante e di un rappresentante della comunità di pescatori del luogo, i partecipanti all’evento hanno potuto comprendere l’impatto positivo in termini, non solo ambientali, ma anche e soprattutto economici, delle politiche della pesca sostenibili. La sessione pomeridiana è stata caratterizzata dalla tavola rotonda sulle azioni da sviluppare in partenariato nella programmazione 2014-2020. Alle presentazioni è seguito un dibattito tra i partecipanti dove sono emerse le affinità (in termini di aree geografiche ed ambiti di intervento) tra i vari partner ed i relatori della conferenza, che hanno manifestato la loro disponibilità ed interesse ad essere coinvolti in future azioni progettuali. E’ stato infine discusso    con i delegati la bozza di un protocollo di intesa per un percorso comune di sviluppo delle città sul mare. Il comune di Borgia ha proposto quale forma giuridica per la realizzazione di questo organismo il Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale (GECT), uno strumento di cooperazione a livello comunitario che consente a gruppi cooperativi di attuare progetti di cooperazione territoriale cofinanziati dalla Comunità ovvero di realizzare azioni di cooperazione territoriale su iniziativa degli Stati membri.


Il terzo evento si è tenuto ad Espinho in Portogallo dal 9 all’11 settembre 2015. La conferenza “Artisanal Fishing: from regulation to sustainable practice, a tourism opportunity” si è svolta presso  il Forum of Art and Culture of Espinho (F.A.C.E.)  ( l’edificio che ospita il F.A.C.E. è una ex fabbrica per la conservazione  del pesce azzurro dismessa e trasformata in uno spazio culturale per la cittadinanza di Espinho (museo,spazi per esposizioni e conferenze) ed ha visto la partecipazione oltre che dei delegati internazonali invitati di circa 60 tra delegati locali. Durante l'evento sono intervenuti autorevoli esperti italiani ed internazionali che hanno delineato un quadro chiaro ed esaustivo della situazione della pesca  nel Mediterraneo, all'interno della Politica Comune della Pesca dell'Unione Europea. La sessione pomeridiana è stata caratterizzata da una round table per la definizione delle azioni volte alla costituzione di una “Transnational lobbying association” attraverso il protocollo di intesa  discusso nel corso dell’evento di Denia e per la condivisione di una proposta progettuale comune da presentare sul Programma MED  - Obiettivo Specifico 3.2 “Mantenere la biodiversità e gli ecosistemi attraverso il rafforzamento della gestione e l'interazione delle aree protette”. Inoltre è stata rilanciata la discussione sulla costituzione di Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale attraverso la realizzazione di una giornata di confronto e programmazione specifica da realizzare a seguito  dell’ultimo evento previsto dal progetto a Siracusa.


L’evento finale del progetto EU FIN, in fase di definizione (settembre 2015), si terrà a Siracusa e sarà caratterizzato da tre obiettivi specifici principali: la firma ufficiale tra i partner progettuali del Protocollo di Intesa "Per un percorso comune di sviluppo delle città sul mare", la definizione del Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale e la disseminazione dei risultati del progetto.


DI SEGUITO IL LINK DEL SITO WEB UFFICIALE DEL PROGETTO EU-FIN


http://www.eufinproject.net


 

Chiudi